Centro di simulazione robotica per le nascite

FasterNet per Fondazione Poliambulanza – La digitalizzazione del processo formativo.

Studio e ricerca sono tra le nostre attività predilette. Ci permettono di crescere, migliorare e trovare nuove soluzioni. Per questa ragione il progetto portato avanti per Fondazione Poliambulanza da FasterNet, membro della nostra rete, ci ha resi particolarmente orgogliosi.

Il percorso di apprendimento nell’ambito delle professioni sanitarie è particolarmente delicato e non può prescindere dalla prova sul campo: è attraverso le sperimentazioni pratiche che si possono acquisire competenze reali. Nozioni teoriche e abilità pratiche si compenetrano e permettono a studenti e operatori di raggiungere un livello di preparazione molto alto.

La sperimentazione pratica, in un settore come questo, deve chiaramente tener conto di numerosi fattori esterni: la necessità di proteggere la salute del paziente, il bisogno di gestire in maniera efficace le emergenze e l’esigenza di farlo in tempi molto ristretti sono solo alcuni degli aspetti in gioco. È evidente che, in queste condizioni, le modalità di sperimentazione e apprendimento sul campo da parte degli studenti sono ridotte, così come gli spazi e i tempi di azione.

Fondazione Poliambulanza, punto di riferimento della sanità da oltre cento anni, è un ospedale privato particolarmente attento alla ricerca e alla formazione. Anche in quest’ottica Poliambulanza da sempre si impegna nel campo della sanità digitale e dell’e-Health, offrendo servizi all’avanguardia sia per il paziente che per gli studenti. Tra gli ultimi progetti quello di un Centro di simulazione ad alta fedeltà destinato al personale medico, infermieristico ed ostetrico che opera nei reparti di ginecologia-ostetricia e neonatologia.

La realizzazione di questo innovativo strumento formativo ha richiesto la partecipazione di FasterNet, azienda di grande esperienza e competenza che in Iobo ha portato una puntuale conoscenza delle tecnologie di rete e delle tecnologie digitali. Per il progetto di Poliambulanza FasterNet si è occupata di tutta l’infrastruttura tecnologica necessaria a rendere efficiente il centro: la creazione di impianti audio e video ha reso possibile la registrazione di tutto ciò che accade durante le simulazioni, in modo da poter rivedere ciò che è stato fatto durante le fasi di riesame e discussione. FasterNet ha poi allestito la sala di formazione, con l’infrastruttura informatica e di videocomunicazione.

Il centro ora è in grado di soddisfare tutte le esigenze specialistiche del settore materno-infantile e rende possibile l’addestramento avanzato e in equipe di ginecologi, anestesisti, neonatologi, ostetrici e infermieri, grazie alla simulazione di situazioni di difficoltà o di emergenza, che possono essere affrontate con la tranquillità e la serenità che lo studio e l’apprendimento richiedono. In questo modo oggi si possono acquisire competenze di collaborazione interdisciplinare, avvicinandosi il più possibile all’esperienza reale di una sala parto, scongiurando i rischi e le difficoltà che si vivrebbero in reparto. Il centro si avvale di un sofisticato simulatore “mamma”, dotato di due feti che permettono di riprodurre il parto gemellare, di un simulatore “prematuro” da 700g e di un simulatore “neonato a termine” da 3,5 kg.

Alla luce delle interessanti opportunità che offrono progetti di questo tipo, la prospettiva di Iobo è quella di diffondere le tecnologie di digitalizzazione nel settore della sanità e della formazione, promuovendo così sia lo sviluppo tecnologico che quello scientifico. La collaborazione con le altre aziende della rete offre poi nuove opportunità di ampliamento e arricchimento anche dei progetti già attivi.

i